La Camera di commercio lancia un progetto gratuito per aiutare giovani e donne ad avviare la propria attività. Il progetto è rivolto anche alle imprese no profit. Possono partecipare anche aspiranti imprenditori che non hanno la cittadinanza italiana. Prossimi appuntamenti 8 e 15 febbraio 2016.

 Apri la tua start up - La Camera di Commercio di Bologna sostiene la creazione e lo start up di nuove imprese

 

La Camera di Commercio di Bologna sostiene la creazione e lo start up di nuove imprese. Aiuta chi vuole “mettersi in proprio” con un percorso informativo, formativo, di assistenza e consulenza sui passi da compiere per poter avviare una nuova attività.

 

Il progetto si articola in una serie di eventi e corsi di formazione propedeutici all'apertura delle start up. Tra gli aspiranti imprenditori verranno selezionati quelli che potranno seguire corsi di formazione ed avranno assistenza personalizzata alla start up che intendono avviare entro luglio 2016

 

Prossimo appuntamento:

 

8 febbraio 2016 - Apri la tua start up – THINK, PLAN & START: Progettare, posizionare, promuovere e vendere la propria impresa.

15 febbraio 2016 - Apri la tua start-up – Quali competenze per relazionarsi in modo efficace con collaboratori, clienti e fornitori.

Per saperne di più su tutto il progetto clicca QUI.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Consenti l'utilizzo dei Cookie? Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sui Cookie

Nella giornata del 3 giugno 2015 è entrata in vigore in Italia la tanto discussa cookie lawconformemente a quanto stabilito nel provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014, recante "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie".

Cos’è un Cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo che viene creato all'interno del computer di chi visualizza un sito web allo scopo di registrarvi alcune informazioni relative alla visita nonché di creare un sistema per riconoscere l'utente anche in momenti successivi; tale cookie, infatti, potrà non solo essere creato ma anche letto e modificato dallo stesso sito web che lo ha generato, sono quindi una sorta di "memoria" attraverso la quale un sito web riesce a riconoscere uno specifico utente e ad associargli delle informazioni di varia natura e per differenti finalità.

Quali sono le disposizioni di questa nuova legge?

Il Codice in materia di protezione dei dati personali (anche detto Codice della Privacy) prevede, all'articolo 122 comma 1, che "l'archiviazione delle informazioni nell'apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l'accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l'utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato (...)". In altre parole possiamo dire che l'utilizzo dei cookie all'interno di un sito web deve essere preventivamente accettato dall'utente, il quale deve esprimere il proprio consenso informato (tale consenso, come già detto, NON è necessario qualora un sito utilizzi esclusivamente "cookie tecnici"). Particolarmente importante, nel contesto della normativa sui cookie, è il concetto di "informativa": l'utente deve essere adeguatamente informato circa l'utilizzo che il sito fa dei cookie.

Quali sono i soggetti sottoposti a queste disposizioni?

Tutti i siti internet comunitari in cui la persona/organizzazione cade sotto la giurisdizione europea, indipendentemente da dove risiede fisicamente il server che utilizza i cookies, devono sottostare a questa normativa.